Contatti

Tel +39 3206361270

Via Re Galantuomo, 86 Bortigali (NU)

e-mail: [email protected]

Tipo di prodotto: biscotto di Bortigali e dolci di mandorle tipici della tradizione sarda

Orari: dal martedì al sabato dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 16,30 alle 19,30- Chiusura domenica

Comune: Bortigali 

Proposta

Si racconta che la particolare ricetta dei biscotti di Bortigali sia stata inventata e/o divulgata dalle suore che abitavano allora il convento di Bortigali, il convento si occupava degli orfani. La lavorazione del biscotto è molto lunga e richiede disponibilità di spazio fisico notevole; dopo una fase iniziale che può essere realizzata a macchina, le fasi successive richiedono esclusiva lavorazione manuale. Ancora oggi Marialuisa continua a fare i biscotti come si facevano un tempo, fedele alla ricetta originale ha evoluto il processo ottimizzando i tempi di lavorazione, senza togliere niente al risultato finale, riuscendo solo a modificare l’organizzazione interna a fare da sola il lavoro che prima veniva svolto da tre persone. Insieme al biscotto di Bortigali, produce anche dolci di mandorle tipici della tradizione sarda.

La storia dell’azienda

“Nel 1896 l’attività ha avuto inizio da mia bisnonna, che faceva i biscotti in casa, come tutte le famiglie di allora. Non esistevano “l’attività”, come si intende ora, ma ogni famiglia trasformava le materie prime, così che ognuno faceva una cosa diversa e poi ci si scambiavano i prodotti”. Questo tipo di baratto perdura nel tempo in molte zone della Sardegna, l’aiuto reciproco e il mutuo sostentamento sono stati la base fondamentale per dare la possibilità a molte famiglie, soprattutto nei periodi di maggior povertà di poter andare avanti. L’attività vera e propria, come laboratorio con partita IVA, è stata aperta dalla zia negli anni ‘60, Per quei tempi era un’attività innovativa, perché i dolci sardi si facevano solo in casa.

La storia del proprietario

Marialuisa, l’attuale proprietaria, ha sempre visto fare in casa i biscotti “speciali” della sua famiglia e ha imparato naturalmente il procedimento e la creazione. Quando sua zia è andata in pensione quasi come una prosecuzione naturale lei ha rilevato l’attività insieme al cugino diventando poi successivamente unica proprietaria. Per lei è stata una sfida, trovare una soluzione per migliorare la produzione e con grande soddisfazione, è riuscita a continuare la tradizione di famiglia con un prodotto di nicchia e molto particolare che non si trova nella grande distribuzione. Marialuisa si è messa in gioco con sacrificio e determinazione, scegliendo di restare nel suo territorio e di valorizzarne le sue peculiarità, aprendo l’attività nel 2006.

Come trovarci

L'artigiana